Articoli, suggerimenti e consigli

 

Spesso nella vita abbiamo l’impressione di dover ricominciare daccapo, oppure di dover nuovamente riorganizzare le nostre idee o le nostre attività. Cerchiamo di mantenerci in un perenne equilibrio tra i nostri impegni, la vita professionale, i rapporti personali, sport e tant’altro.
Ma spesso, la cosa non funziona!

Ma, perché accade questo? Te lo sei mai chiesto?

I principali “mostri” che dobbiamo vincere per poter mantenere la giusta costanza in tutte le nostre attività e nella vita in generale, sono;

  • la paura di non riuscire a portare a termine determinate attività e di conseguenza di non raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti.
  • l’abitudine alla procrastinazione delle cose: “ma sì, tanto posso farlo domani o la prossima settimana, con calma!”.
  • la scarsa autostima in noi stessi che ci porta ad arrivare ad un certo punto di un progetto, di un rapporto lavorativo o sentimentale e poi viene meno: “…e, se non fossi all’altezza?”.
  • la paura di fallire: a causa di esperienze pregresse o per il timore di non poter sopportare il peso di un eventuale fallimento (nel lavoro, nelle attività in generale o in un rapporto personale).
  • l’ansia personale percepita e causata da troppe cose che stiamo portando avanti e che ci obbligano ad avere la necessità di continue pause di riflessione, di riorganizzazione mentale e programmatica, o di recupero delle energie psico-fisiche.

Detto tutto ciò: da dove dobbiamo partire a generare un modello quotidiano che ci porti a mantenere un’armonia in tutto ciò che facciamo e ci permetta di mantenere una positiva costanza nelle cose? E, come possiamo eliminare gli ostacoli, che ci relegano nell’incostanza?

Incostanza spesso significa frustrazione e disequilibrio: quella fastidiosa sensazione di non riuscire a svolgere come si deve i nostri compiti e a far crescere come si deve un’attività che stiamo svolgendo, e a vedere spesso allontanarsi il traguardo degli obiettivi che ci siamo posti.

Come tutte le cose della vita, non riusciremo a risolvere i problemi della nostra incostanza in pochi giorni, ma possiamo iniziare a mettere in pratica alcune regole quotidiane che ci porteranno a migliorarla, ogni giorno.

Regola principale: SMETTILA DI AVERE DUBBI

I dubbi che inseriamo continuamente nelle cose che facciamo, ci lacerano dentro e ci immobilizzano. Di conseguenza finisce col diventarci spontaneo procrastinare spesso e volentieri le attività che svolgiamo, che siano professionali o personali, che riguardino una dieta piuttosto che una attività sportiva, o altro.
E se questa decisione si rivelasse sbagliata? ...Meglio rimandare!”. Sì ma, rimandare a quando???
Poniti una data entro la quale dovrai decidere una determinata questione e sii puntuale nel definirla entro tale data.

Seconda regola: ABBI FIDUCIA NELLE TUE CAPACITA’

“Sarò all’altezza di svolgere questa mansione lavorativa?”, oppure, “Non riuscirò mai a dimagrire, c’ho già provato altre volte!”, o ancora, “Sento che in questa relazione non riesco ad esprimere me stessa/o!”.

Non continuare a ripeterti che in un modo o nell’altro fallirai, inizia a fare il contrario, tanto è gratis e non ti costa nulla.
Se ogni giorno ti ripeti che va tutto bene, avrai più energia per fare ciò che ti sei posto e andrai avanti con costanza, e anche davanti ai piccoli ostacoli quotidiani (che sicuramente ti si presenteranno), non avrai troppi tentennamenti.

Terza regola: NON TEMERE DI SBAGLIARE

Chi non ha mai sbagliato? Quindi, impara a fare le cose senza troppi ripensamenti. L’abitudine ad agire permette di portare avanti le cose in maniera costante. Può succedere che una decisione o un’azione intrapresa successivamente vada aggiustata, ma questo può accadere molte volte sul percorso di un progetto personale o professionale, in quanto man mano, ci si rende conto che qualche modifica va apportata al fine di fermare sul nascere eventuali problematiche che potrebbero infastidirci. Ciò può accadere in una storia sentimentale (a causa del carattere diverso, piuttosto che di interessi diversi dei partner), così come nel business.
Valuta bene le cose ma poi agisci, senza vivere con l’angoscia di commettere un errore. Tant’è che un antico proverbio dice: “sbagliando, si impara”!

Quarta regola: PRENDITI TEMPO PER RICARICARTI

Non continuare a lavorare come un mulo o a riempirti di impegni estenuanti che non ti danno tregua, perché così facendo prima o poi dovrai “pagarne il conto”: resterai senza energie, ti ripeterai che hai bisogno di staccare e tutte le tue attività ne risentiranno.

Spesso le cose accadono proprio quando sei rilassato, sei positivo, e vivi le cose con gioia e armonia. Mentre invece quando arrivi ad accumulare tanto stress, sembra proprio che più fai meno ottieni, e spesso ti capita di dire: “Ci mancava anche questa!”.
Pertanto abituati a staccare in maniera programmata: prenditi i tuoi spazi, passa un’ora all’aria aperta senza il cellulare contemplando la natura, leggiti quel libro che hai preso da tanto tempo e che poi hai abbandonato sugli scaffali, prenditi mezza giornata di relax, oppure invita il tuo partner in un weekend fuori porta… Ti sembrerà di rinascere!

Quinta regola: DAI TEMPO ALLE COSE DI SVILUPPARSI

Non avere fretta, la fretta è cattiva consigliera. Agisci, sii costante, ma poi abbi pazienza che le cose si sviluppino: ogni percorso è fatto di tappe, non puoi arrivare subito al traguardo… anzi, goditi il viaggio!!!

E, per riassumere il senso della COSTANZA, un proverbio dice:

“Se lanci un secchio d'acqua su una roccia, non fai proprio nulla.
Se invece ogni giorno lasci cadere una goccia d'acqua su una roccia, nel tempo, si creerà un buco in quella roccia”!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Qualcuno, con pensieri molto profondi e conoscenza dell'animo umano scrisse sul tempio greco dedicato ad Apollo: "Conosci Te stesso!". Sono parole davvero straordinarie

...

Secondo lo psicologo americano Albert Meherabian, il linguaggio del corpo costituisce il 93 per cento della comunicazione umana. Charles Darwin fu il primo studioso a

...

Si voglia o non si voglia, l’anno nuovo che inizia, è sempre un punto di riferimento per porsi “nuovi OBIETTIVI” e per decidere di apportare un cambiamento nella propria

...